ALBERTO RADIUS – FORMULA 3

ALBERTO RADIUS – ROBY CANTAFIO

Live a Vizzolo Predabissi 06/11/2022

h 21:00 Il rocker Roby Cantafio e la sua band, composta di musicisti di grandissimo calibro; Luca Ballabio, Mao Granata, Steve Ferrovecchio, ha aperto questa splendida serata con un repertorio di brani originali magicamente suonati e interpretati. La formazione ha il rock nelle vene e nelle mani e crea l’atmosfera perfetta per introdurre lo show del Maestro Radius.

h 22:00 Alberto Radius sale sul palco, comincia a suonare e sembra che gli anni che ha siano improvvisamente diventati trenta di meno. Con i suoi musicisti regala al pubblico una carrellata di evergreen dal repertorio Formula 3, la band che accompagnava Lucio Battisti nel suo repertorio più rock; “questo folle sentimento”, “il tempo di morire”, “con il nastro rosa”, “un’avventura”.

Una serata indimenticabile.

Ph: © Carlo Oriani

Pubblicità

SOTTO UN VELO DI NEBBIA

Può piacere o non piacere, la nebbia.

Può aiutarti a renderti invisibile e muoverti libero per le via di una città oppure impedirti di progredire assieme alle tue paure.

Può rendere tutto silenzioso o diventare maledettamente rumorosa.

La nebbia, un velo che si appoggia delicatamente e sempre delicatamente svanisce lasciandoci in balia di noi stessi.

È lì che scopriremo noi stessi, finalmente.

Writing: Alice Kavalla

Photographer: Carlo Oriani

Il Castello

Io che apro portoni e tu che cali inferriate e sollevi ponti levatoi. E i castelli diventano draghi inavvicinabili.
(Fabrizio Caramagna)

Ph: © Carlo Oriani

Lo Stagno

C’è troppa urgenza a questo mondo; una necessità di arrivare sempre prima.
Per questo mi piace guardare lo stagno, che sta immoto e placido, e non ha nessun bisogno di mettersi davanti a qualcosa.
(Fabrizio Caramagna)

Ph:© Carlo Oriani

LA PORTA

Pochi libri cambiano una vita. Quando la cambiano è per sempre, si aprono porte che non si immaginavano, si entra e non si torna più indietro.
(Christian Bobin)

Ph: © Carlo Oriani

LA CASA

La casa? È castello e isola, torre e caverna,
miracolo e quotidianità, ordine e calore,
e la voce delle cose che ci aspettano ogni giorno al nostro rientro.
(Fabrizio Caramagna)

Ph: © Carlo Oriani

La porta…

“Lloyd, mi sono chiuso in me stesso!”
“Temo di sì, sir.”
“Come faccio adesso? Qui dentro mi sento soffocare.”
“Non si preoccupi, sir. Basterà attendere la persona giusta con cui aprirsi.”
“E la persona giusta sarà quella che mi farà uscire?”
“Al contrario, sir. Sarà quella che non avrà paura di entrare.”
“Grazie mille, Lloyd.”
“Dovere, sir.”
Simone Tempia——-da “Vita con Lloyd”

Ph: © Carlo Oriani

E’ giunta la mia ora…

Catene nel buio
Un bagliore rischiara la stanza
Forse è giunta la mia ora

Ph: © Carlo Oriani